La tempesta Vaia 2018

Una data che rimarrà impressa nella nostra memoria: 29 ottobre 2018.

Tempesta Vaia è il nome dell’evento disastroso che ha colpito il Nord Italia alla fine di ottobre 2018, causando considerevoli danni alle foreste. Quest’area, da sola, produce 2/3 di tutto il legname italiano. Qui, oltre il 60% delle foreste sono gestite in maniera sostenibile e vantano la certificazione PEFC

I numeri che rappresentano la tempesta Vaia sono impressionanti. In tre giorni sono caduti più di 870 mm di pioggia. I forti venti di scirocco hanno raggiunto i 200kmh, abbattendo in un solo giorno circa 8 milioni di m3 di legname: lo stesso quantitativo raccolto durante un anno intero di selvicoltura in tutta l’Italia. 

Le stime dicono che la superficie di foresta abbattuta corrisponde a 42.500 ettari, che corrisponde alla superficie occupata dalla città tedesca di Colonia. 

Vaia dimostra che il cambiamento climatico è un problema reale. Gli esperti stimano che la situazione delle foreste del triveneto tornerà alla normalità in 30 anni

Parco Avventura prima di Vaia
Parco Avventura prima di Vaia
Parco Avventura dopo Vaia
Parco Avventura dopo Vaia

Per quanto riguarda la nostra struttura, il parco avventura di Forni di Sopra, Vaia ha comportato notevoli danni. Tutti i percorsi sono stati compromessi, tre dei quali completamente distrutti. Circa 80 alberi sono stati falciati dal vento. Tutto ciò ci ha dato l’occasione di ricostruire e rammodernare ila parco. Ora, a distanza di poco tempo, il numero di piattaforme è superiore a quelle presenti nella struttura prima di Vaia. Stiamo continuando ad installare nuovi percorsi, nel corso della stagione 2020 ci saranno ulteriori novità.

Vaia Parco Avventura
Il logo “Vaia ma no Vaî”, motivato dalla voglia di ricostruire. “Vaia ma non piangere”